avviso ai visitatori

INVECE DI RUBARE LE MIE FOTO, FATENE DELLE VOSTRE. LADRI!

CONTINUA LA RAZZÌA DELLE MIE FOTO. SIETE INCIVILI E LADRI. BELLA FORZA CAMPARE SUL LAVORO DEGLI ALTRI.

italian cooking

lunedì 25 gennaio 2010

Torta al pistacchio con crema di pistacchio



Ingredienti per uno stampo di diametro 18: 75gr di polvere (detta anche farina) di pistacchi, 2 cucchiai colmi di farina 00, 2 cucchiai colmi di frumina, 50gr di burro, 1 cucchiaio di rum e 1 cucchiaio di latte intero, 1 uovo, 125 gr. di zucchero a velo, un cucchiaino scarso di lievito in polvere per dolci. Per la farcia: crema di pistacchi, gocce di cioccolato. Zucchero a velo per la decorazione.

Procedimento: preriscaldare il forno a 160 e imburrare (generosamente) e infarinare uno stampo 18. In una terrina sbattere molto bene, con le fruste, l'uovo con lo zucchero a velo unirvi il burro ammorbidito (non fuso) e sbattere ancora. Aggiungere la polvere di pistacchi e le altre polveri, sempre continuando a sbattere. Unire il cucchiaio di rum e un cucchiaio di latte intero, per rendere il composto più fluido (potrebbe essere necessario aggiungere ancora un po' di rum e ancora un po' di latte), infine aggiungere il lievito e continuare a sbattere, per distribuirlo bene. Versare il composto nello stampo. Infornare per circa 10 minuti a forno statico (potrebbe volerci anche meno, a seconda del forno). Controllare con uno stecchino l'umidità della torta, pungendone il centro e trattenendovi lo stecchino per qualche secondo. A torta raffreddata, tagliare esattamente a metà di traverso e farcire la base con la crema di pistacchi, precedentemente riscaldata leggermente nel forno ormai spento. Distribuirvi sopra le gocce di cioccolato e ricoprire con il disco superiore. Spolverizzare di zucchero a velo. Far riposare per qualche ora. La torta può anche essere glassata con cioccolato fondente .

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao! ma la torta deve stare solo 10 min in forno?

miriam ha detto...

Ciao, come puoi leggere dalla ricetta, questa torta è stata realizzata dentro uno stampo di 18 cm di diametro. Per uno stampo così piccolo sono sufficienti 10 minuti e anche meno. Per uno stampo da 24 ce ne vogliono di più.

miriam ha detto...

P.S. per Anonimo: ovviamente per uno stampo da 24 ci vogliono altri dosaggi e non quelli che ho inserito in questa ricetta!

Anonimo ha detto...

Grazie! pensavo di raddoppiare i dosaggi per uno stampo da 24-26 cm.. per il tempo come posso regolarmi?

Anonimo ha detto...

Grazia! ma se raddoppio i dosaggi per una teglia da 24/26 , raddoppio anche il tempo?

miriam ha detto...

Raddoppiare no. 18 più 18 fa 36 !
Prova così:
100 di polvere di pistacchi, 3 cucchiai colmi di farina più altrettanti di maizena, 75 di burro, 1 cucchiaio e mezzo di rum e altrettanto di latte, un uovo e mezzo (prendi un uovo e lo sbatti e poi ne versi la metà), 150 di zucchero a velo, mezza bustina di lievito.

Anonimo ha detto...

scusami se chiedo ancora chiarimenti,
18 e 26 sono il diametro della teglia :
se calcoli l'area del cerchio in pratica raddoppia (250 cm quadri la prima e 500 cm quadri la seconda teglia...)
per questo avevo raddoppiato le dosi.

Ma il tempo di cottura secondo te aumenterà?

miriam ha detto...

L'area del cerchio? Ma no! Una dose, doppia dose, metà dose, tre quarti di dose...Se questa dose va per una teglia da 18 cm di diametro, una doppia dose avrà bisogno di una teglia grande il doppio ed è facile da intuire.
Se aumenta la dose aumenta anche il tempo di cottura nel momento in cui lo stampo rimane sempre di tipo profondo. Ma se pur aumentando la dose tu usassi uno stampo sottile e largo i tempi diminuirebbero, perchè la superficie sarebbe più larga e meno profonda. In pratica devi sempre tenere presente lo spessore del dolce, determinato dalla profondità dello stampo. COn uno stampo da 24 e dosi adeguate, avresti un tempo di cottura intorno ai 25 minuti. Ma per questo dolce e non per altri, perchè i tempi di cottura variano in base all'umidità degli ingredienti. In ogni ricetta, infatti, sono indicati i tempi di cottura (almeno approssimativi, perchè poi variano da forno a forno).
Ricapitolando, per uno stampo da 24 usa le dosi che ti ho fornito qui nei messaggi. Calcola una temperatura di 170° per 25' a forno statico. Non aprire lo sportello MAI prima che siano passati 20 minuti. Poi lo puoi aprire e fai il controllo della cottura con uno stecchino. In ogni caso, fai sempre attenzione all'odore che si sprigiona dal forno, che è sempre il migliore indicatore di cottura.

Anonimo ha detto...

grazie per l'aiuto sui tempi di cottura!

riguardo le proporzioni, sarei d'accordo se la teglia fosse quadrata: es. una 20x10 è il doppio di una 10x10
se la teglia è circolare, a parità di profondità della teglia, il volume praticamente raddoppia fra una teglia da 18 e una da 24 ...non faccio la pasticcera ma è una questione di matematica :)

miriam ha detto...

Io sono una schiappa in matematica, perciò mi adeguo a quello che dici e non insisto. Falla con le tue dosi e poi mi dici come ti viene, così lo segnalo nella ricetta perchè lo stampo da 18 non ce l'ha quasi nessuno.
P.S.: per stabilire le dosi esatte in base agli stampi esistono i convertitori di pesi e misure (scaricabili on line).