avviso ai visitatori

INVECE DI RUBARE LE MIE FOTO, FATENE DELLE VOSTRE. LADRI!

CONTINUA LA RAZZÌA DELLE MIE FOTO. SIETE INCIVILI E LADRI. BELLA FORZA CAMPARE SUL LAVORO DEGLI ALTRI.

italian cooking

mercoledì 31 marzo 2010

domenica 28 marzo 2010

Biscotto di primavera




Ingredienti: 1 kg di farina 00, 400 gr. di zucchero semolato, 250 gr. di burro, 4 rossi d'uovo, due bustine di vanillina, poco latte. Inoltre: 2 rossi d'uovo, due cucchiai di zucchero e poco latte per spennellare.
Procedimento: in una terrina capiente mescolare gli ingredienti secchi. Fare il burro a pezzetti molto piccoli e sbriciolarlo con le dita, fino a farlo assorbire dalla farina. Sbattere i rossi d'uovo con poco latte e aggiungerli, rimescolando con una forchetta. Unendo il latte, poco a poco, cominciare ad amalgamare gli ingredienti, dapprima con la forchetta e poi con le mani, fino a raggiungere un impasto appiccicoso ma compatto. A questo punto trasferire la pasta su un piano leggermente infarinato e formare un "salsicciotto". Tagliare la pasta in strisce grosse un dito e formare dei bastoncini da ripiegare ad anello. Pennellare la superficie dei biscotti con una miscela composta da 2 rossi d'uovo, 2 cucchiai di zucchero e poco latte ben sbattuti insieme. Mettere in frigo i biscotti per una decina di minuti. Infornare a 140° a forno preriscaldato. Se è il caso, girare le ciambelline durante la cottura. E' possibile aprire il forno ogni volta che si desidera controllare.
Quando le ciambelline sono sfornate si pennella la superficie con pochissimo latte e vi si versa sopra lo zucchero semolato, in modo da formare "i brillantini".

Per ottenere lo zucchero colorato è sufficiente aggiungere del colorante, rigorosamente in polvere, ad una dose di zucchero dentro ad un sacchettino gelo ed agitare il sacchetto.

giovedì 25 marzo 2010

Crocchette di patate



Ingredienti: patate bollite, parmigiano e pecorino grattugiati, sale e pepe, prezzemolo tritato, mozzarella a tocchetti, prosciutto cotto a tocchetti. Albume d'uovo e pangrattato per la panatura. Olio di semi per friggere.

Questa ricetta è facile e ottima, ma non sempre riesce, nel senso che le crocchette si aprono in cottura. Il problema si risolve semplicemente utilizzando le patate a freddo. Le patate, freddissime e quindi non ammorbidite dall'amido, vanno condite con i formaggi grattugiati, sale e pepe, prezzemolo. Si prelevano delle porzioni grandi quanto una cucchiaiata, si poggiano sul palmo della mano e si farciscono con un tocchetto di mozzarella ed uno di prosciutto. Poi si richiude il tutto su se stesso, formando un cilindro. Quando tutte le crocchette sono pronte, si passano nell'albume sbattuto e nel pangrattato e si trasferiscono in frigo a freddare bene. Al momento di friggere si fa scaldare abbondante olio in un pentolino profondo e mentre si cuociono le prime crocchette le altre devono rimanere in frigo, altrimenti si riscaldano e si aprono in cottura. Si colano su carta assorbente e si servono caldissime.


Regali per la Pasqua
LE CONFEZIONI!
Con le creme di liquore fatte in precedenza ho realizzato delle confezioni particolari, semplicemente versandole in bottiglie carine, chiuse con tappi di sughero "animaletti".

Poi è bastato usare un piatto di ceramica decorata con temi tipicamente primaverili e completare il tutto con uova confetto colorate, fiori e pulcini. Infine, ho confezionato con carta plastificata dando una forma "a campana".

venerdì 19 marzo 2010


Pasta e ceci con le cozze

Per la festività di S.Giuseppe da più parti si usa mangiare pasta e ceci. Eccovi una variante saporita, cioè con le cozze!


Di nuovo Zeppole!




Di nuovo Zeppole!
Per la festività di S.Giuseppe, naturalmente.
"Basilicata"

Ho già postato la ricetta dettagliata delle zeppole, ma questa volta ho inserito una foto dell'impasto crudo, al fine di mostrarne la consistenza necessaria per la buona riuscita del prodotto.



domenica 14 marzo 2010

Tronchetto pasquale




Ingredienti: pan di spagna, crema pasticciera, gocce di cioccolato, glassa al cioccolato.
Procedimento: il pan di spagna va preparato in una teglia rettangolare, in modo che si possa arrotolare. Appena sfornato, si toglie dalla carta forno di cottura e si trasferisce su un altro foglio di carta forno poggiato sopra uno strofinaccio, si copre con un altro foglio di carta forno e si arrotola su se stesso. Così infagottato si pone a raffreddare a temperatura ambiente. Quando è freddo si può srotolare, inumidire con una bagna di liquore ed acqua al 50% e farcire, quindi arrotolare di nuovo, sempre con carta forno e strofinaccio, e si pone in frigo. Si prepara una glassa e si ricopre il rotolo, dandogli l'aspetto di un tronchetto.

E' bene che il rotolo così farcito riposi per diverse ore, in maniera da amalgamarsi.

sabato 13 marzo 2010

venerdì 12 marzo 2010

LA CUDDURA




La Pasqua in Sicilia
LA CUDDURA
LA RICETTA!
Ingredienti: (dosi per 3 cuddure da un uovo sodo ciascuna)250 gr. di farina 00, mezza bustina di vanillina, 1 rosso d'uovo, 62 gr. di burro, 100 gr di zucchero, poco latte per impastare - 1 rosso d'uovo battuto con 1 cucchiaio di zucchero e poco latte per spennellare - palline colorate per decorare e 3 uova sode.
Procedimento: questo impasto è stato studiato appositamente per tenere la forma in forno. Il burro può essere sostituito con metà dose di olio di semi . Si mescolano prima gli ingredienti secchi e poi si aggiunge il burro a pezzetti piccolissimi. Si mescola il burro affinchè si impregni di farina e poi si procede a "sbriciolarlo" con la punta delle dita, fino a farlo scomparire, quindi si crea un "buco" al centro della farina e si aggiunge il rosso d'uovo sbattuto con pochissimo latte. Si comincia a mescolare l'uovo alla farina asciutta, facendo dei cerchi con la forchetta e inglobando farina verso il centro. Quando non è più possibile inglobare farina con la forchetta, si procede aggiungendo poco latte per volta e mescolando con le mani. Attenzione a non aggiungere troppo latte e a non manipolare troppo la pasta: è sufficiente riuscire a compattarla. La pasta dovrà rimanere un po' appiccicosa al tatto, perchè durante la lavorazione delle varie formine si dovrà spolverarla con pochissima farina solo quel tanto che basta a poter creare le forme. Attenzione a non aggiungere troppa farina, perchè ciò altererebbe la dose di zucchero compromettendo il gusto e la friabilità del biscotto.
Si preriscalda il forno al 140°. Si preparano le teglie foderate di carta forno e le formine per le cuddure si allestiscono direttamente sulle teglie, da ultimo si pennella la formina, così realizzata, con una miscela fatta con 1 rosso d'uovo, poco latte e 1 cucchiaio di zucchero e si decora a piacere. Si fanno riposare in frigorifero per una decina di minuti e poi s'infornano con forno statico, per un periodo abbastanza lungo, infatti è necessario che cuociano lentamente per asciugare bene e cuocere profondamente. Il forno può essere aperto anche spesso perchè la pasta non contiene lievito.
N.B.: le cuddure in attesa di essere infornate, vanno riposte in frigorifero per evitare che il burro presente nell'impasto si riscaldi e si sciolga in cottura.



venerdì 5 marzo 2010

giovedì 4 marzo 2010

Pecorella di marzapane ripiena

Per fare questa pecorella è necessario avere lo stampo apposito. Dopodiché sarà tutto molto easy.
Veramente di una bontà irresistibile!

Ingredienti: marzapane, pan di spagna bagnato al rum, glassa al cioccolato morbida, ghiaccia reale.
Procedimento: mettere dentro lo stampo il marzapane, schiacciandolo bene. Creare un certo spessore, ma lasciare il "cuore" libero . Dentro al  cuore inserire un pezzetto di pan si spagna o dei biscotti sbriciolati e bagnati con liquore a piacere e poi  della crema di cioccolato contenente burro, di modo che poi si solidifichi.
Far rassodare in frigo. Poi sformare e glassare con una glassa reale.




mercoledì 3 marzo 2010

Crema di limoncello






Si tratta di una crema liquorosa al limone, che si può gustare spolverata di cioccolato fondente. Una vera delizia!
Ringrazio la sig.ra MARA REGGIO per la ricetta (trovata sul web).
Ingredienti: alcool, scorze di limone, panna, latte, zucchero, vanillina, brandy.
Procedimento: si mettono a macerare le scorze di limone per 3 giorni in 500 gr. di alcool. La sera del terzo giorno si prepara una miscela composta da 1lt di latte (io ho usato intero), 250gr. di panna liquida per dolci, 1 kg. di zucchero. Si mette sul fuoco e, a partire dall'ebollizione (a fuoco minimo), si deve far cuocere per 30', mescolando di quando in quando. Quindi si spegne e si copre, lasciando stare la miscela immobile fino al completo raffreddamento (anche tutta la notte, ma io ho aspettato solo qualche ora). A raffreddamento avvenuto, si aggiunge una bustina di vanillina e un cucchiaio di brandy, quindi si filtra l'alcool, lasciato a macerare con le bucce dei limoni, e si mescola il tutto. Si imbottiglia e si mette in frigo. Si beve molto freddo e si può gustare con una spolverata di cioccolato fondente sopra.
Una vera delizia! Provare per credere :)))



lunedì 1 marzo 2010

I coniglietti pasquali






Ingredienti: cioccolato, glassa.
Procedimento: sciogliere del cioccolato e temperarlo, cioè portarne la temperatura a 28° e poi farla risalire a 31°. Versare il cioccolato in uno stampo (io ho usato uno stampo in metallo) e "foderarlo" muovendolo finchè non si copre completamente, poi ribaltarlo per far fuoriuscire l'eccesso di liquido. Farlo asciugare in frigo. Ripetere l'operazione circa 3 volte. Lasciare ad asciugare per almeno 12 ore. Trascorso questo tempo, sformare i coniglietti su un piano, colpendo con un tocco "secco" il retro dello stampo. Preparare una glassa e decorare le faccine.


Questa formina si presta ad essere riempita con pan di spagna, crema pasticciera e pasta frolla.