avviso ai visitatori

INVECE DI RUBARE LE MIE FOTO, FATENE DELLE VOSTRE. LADRI!

CONTINUA LA RAZZÌA DELLE MIE FOTO. SIETE INCIVILI E LADRI. BELLA FORZA CAMPARE SUL LAVORO DEGLI ALTRI.

italian cooking

venerdì 29 gennaio 2010

Granita al limone






Granita al limone siciliana
La ricetta!
Ingredienti: 900 gr. di zucchero semolato, 900 gr. di acqua minerale liscia, 450 gr . di succo di limone filtrato.
Procedimento: porre sul fuoco un pentolino di acciaio con l'acqua e zucchero, a fiamma minima. Quando lo zucchero si è sciolto, aggiungere il succo di limone filtrato e mescolare. Lasciare sul fuoco per un paio di minuti, rimescolando di quando in quando. Spegnere e raffreddare a temperatura ambiente. Trasferire il pentolino nel freezer e lasciare indurire il composto per almeno 12 ore. La granita si presenterà "morbida" ma compatta, facile da prendere con l'apposito attrezzo per il gelato.

Diplomatico easy






Ingredienti: quadrati di pasta sfoglia pronta (quelli per mille foglie), pandoro, crema al limone, alchermes, zucchero a velo.
Procedimento: su un vassoio capiente disporre due fogli di alluminio ad incrocio. Sul fondo disporre un quadrato di pasta sfoglia, con la parte zuccherata verso l'alto. Ricoprire questo strato con abbondante crema al limone ,prelevata a cucchiaiate e livellata. Tagliare delle fette di pandoro spesse un centimetro e poggiarle sulla crema. Preparare una bagna fatta con alchermes, acqua e zucchero (in base alla gradazione alcolica che si preferisce) e bagnare generosamente il pandoro, controllando che non fuoriesca del liquido. Spalmare un altro strato di crema sopra il pandoro e chiudere con un disco di sfoglia. A questo punto "impacchettare con l'alluminio sottostante il diplomatico e inclinarlo per far colare eventuale liquido di risulta. Trasferire il pacchetto dentro al contenitore in plastica dove erano contenuti i quadrati di sfoglia. Porre in frigo per almeno 4 ore. Al momento di servire, estrarre il pacchetto dalla plastica ed eliminare l'alluminio. Trasferire il dolce (ormai compatto) su un piatto da portata e spolverare di zucchero a velo. Con un coltello lungo a seghetto, tagliare in quattro porzioni (non meno) esattamente uguali.
Questo dolce è veramente SQUISITO!

lunedì 25 gennaio 2010

Torta al pistacchio con crema di pistacchio



Ingredienti per uno stampo di diametro 18: 75gr di polvere (detta anche farina) di pistacchi, 2 cucchiai colmi di farina 00, 2 cucchiai colmi di frumina, 50gr di burro, 1 cucchiaio di rum e 1 cucchiaio di latte intero, 1 uovo, 125 gr. di zucchero a velo, un cucchiaino scarso di lievito in polvere per dolci. Per la farcia: crema di pistacchi, gocce di cioccolato. Zucchero a velo per la decorazione.

Procedimento: preriscaldare il forno a 160 e imburrare (generosamente) e infarinare uno stampo 18. In una terrina sbattere molto bene, con le fruste, l'uovo con lo zucchero a velo unirvi il burro ammorbidito (non fuso) e sbattere ancora. Aggiungere la polvere di pistacchi e le altre polveri, sempre continuando a sbattere. Unire il cucchiaio di rum e un cucchiaio di latte intero, per rendere il composto più fluido (potrebbe essere necessario aggiungere ancora un po' di rum e ancora un po' di latte), infine aggiungere il lievito e continuare a sbattere, per distribuirlo bene. Versare il composto nello stampo. Infornare per circa 10 minuti a forno statico (potrebbe volerci anche meno, a seconda del forno). Controllare con uno stecchino l'umidità della torta, pungendone il centro e trattenendovi lo stecchino per qualche secondo. A torta raffreddata, tagliare esattamente a metà di traverso e farcire la base con la crema di pistacchi, precedentemente riscaldata leggermente nel forno ormai spento. Distribuirvi sopra le gocce di cioccolato e ricoprire con il disco superiore. Spolverizzare di zucchero a velo. Far riposare per qualche ora. La torta può anche essere glassata con cioccolato fondente .

domenica 24 gennaio 2010

giovedì 21 gennaio 2010

I sacchettini bomboniera



I sacchettini bomboniera


Sono fatti con tela aida e ricamati a punto croce. Ornati con nastro (misura larga) di raso, di colore fucsia. Sono riempiti con 3 cioccolatini a forma di cuore e chiusi con un passanastro realizzato con il cotone mulinè, al quale è stato attaccato il bigliettino del compleanno.





mercoledì 13 gennaio 2010

Le renne sulla tenda!


Ecco come ho usato quelle lunghe strisce di pannolenci che molti di voi avranno certamente visto, questo Natale, nel reparto "tutto 1 euro" dei grandi magazzini


Babbo Natale di legno e pannolenci




Lavori a punto croce







domenica 3 gennaio 2010

Gocce di frolla alla marmellata e alla nutella




Questi biscotti di frolla sono molto resistenti e si prestano bene alla realizzazione delle più svariate forme. Sono stati cotti a 130° in forno preriscaldato, per un tempo variabile in base allo spessore della frolla.
Ingredienti: 450 gr di farina O, 50 gr. di fecola, 250 gr. di burro freddo, 150 gr di zucchero a velo, 100 gr. di uova intere, 2 e mezzo gr di sale sciolto in 10 gr di succo di limone, 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia, buccia di limone grattugiata.
La ricetta mi è stata gentilmente fornita da Adriano, proprietario del Blog "Profumo di lievito" (Adriano sì che è bravo!).
Procedimento (diverso da quello di Adriano): si taglia il burro a pezzetti, piccoli il più possibile. Dapprima si mescolano gli ingredienti secchi, quindi si aggiunge il burro spezzettato. Il burro va sommerso con la miscela secca e poi sbriciolato con i polpastrelli sino ad ottenere una "sbriciolata". Quindi si aggiungono le parti liquide e si impasta il meno possibile (per non riscaldare il burro) sino a formare una palla. Mettere l'impasto dentro un sacchetto gelo dalla capienza di 4 lt e far riposare in frigo per almeno un'ora.

Trascorso il tempo di posa, lasciare l'impasto nel sacchetto e colpirlo leggermente con il mattarello, per farlo un po' ammorbidire, così da poterlo stendere. Quindi, cominciare ad allargarlo, sempre dentro il sacchetto gelo, colpendolo. Iniziare a stenderlo, senza mai uscirlo dal sacchetto, il più possibile. Infine, spolverare di farina il piano di lavoro, tirare la pasta fuori dal sacchetto e con il mattarello stendere la frolla allo spessore di mezzo cm., o più (se si desidera un biscotto più grosso). Disporre i biscotti su una teglia ricoperta da carta forno e porli in freezer, nell'attesa di tagliare tutta la pasta. A questo punto, infornare in forno preriscaldato a circa 130°, controllando spesso la cottura: se si dovesse notare anche un lieve rigonfiamento è bene aprire un po' lo sportello del forno, al fine di evitare che il biscotto si crepi in superficie. Attenzione, la frolla si deve estrarre leggermente morbida e il biscotto non va tolto dalla teglia finchè non è perfettamente freddo (di conseguenza, indurito). Con una temperatura così bassa posso volerci anche 15 minuti di cottura, o più.

venerdì 1 gennaio 2010

Baccalà a ghiotta



La cena siciliana tipica di Capodanno

"Baccalà a ghiotta"